l'ultima rosa di aprile di Simona Bertocchi

l'ultima rosa di aprile di Simona Bertocchi
Simona Bertocchi all'isola del cinema Roma

Visualizzazioni totali

sabato 28 ottobre 2017

CO O' CORE


Di Napoli mi mancherà il caffè ristretto e bollente del mattino, gli schiamazzi in strada, le piazze bagnate di sole dove le persone e l"arte si incontrano, il sacro e il profano, il teatro che ogni napoletano si porta dentro, le sfogliatelle calde di metà mattinata, il sali e scendi dei vicoli, da Spaccanapoli a Castel Sant'Elmo, il ragù con la scarpetta perché "vi dovete consolare".
Di Napoli mi mancheranno i luoghi di cultura ma anche i rioni con 3 persone sul motorino, i colori stridenti e i chiaroscuro, gli aperitivi con il Vesuvio davanti, le serate sul lungomare, la pizza che ti viene raccontata, il pesce crudo e una bottiglia di Falanghina ghiacciato.
Di Napoli mi mancherà fare le 2 di notte in Piazza del Plebiscito ad ascoltare musica , ballare con degli sconosciuti e incontrare gente di ogni nazionalità.
Di Napoli mi mancherà l'accoglienza degli amici che hanno scombussolato i piani alle loro giornate per mostrarmi "la loro Napoli" (grazie Luigi Bartalini).
Di Napoli porterò il ricordo della presentazione del mio libro a Palazzo Serra di Cassano dove si è fatta la rivoluzione napoletana, i suoi saloni che ubriacano di splendore, i suoi 350mila volumi, i quadri e gli specchi.... Ma dove chi mi ha accolta mi ha fatto sentire nel salotto di casa sua.
Di Napoli mi mancherà l'umorismo del tassista che mi ha regalato tante risate prima di salire sul treno del ritorno. Di Napoli mi mancherà 'O core.
 




Nessun commento:

Posta un commento